martedì 15 marzo 2011

Berlino, Lubecca, Mar Baltico

Se qualcuno prima di partire mi avesse detto che avrei trascorso il mio compleanno a Berlino e che avrei visto il mar Baltico a marzo non avrei scommesso un centesimo anzi avrei perso un sacco di soldi considerandola come un'ipotesi assurda e irrealizzabile. Invece quando si ha più tempo a disposizione per viaggiare, si possono seguire percorsi meno razionali e più emotivi, (la differenza tra il bufalo e la locomotiva di De Gregori) il senso di libertà è grande quando puoi scegliere una direzione e poi cambiare rotta se ne vale la pena, ...e ne è valsa la pena!

Ho seguito il mio cuore e sono andato a Berlino dalla Thailandia volando undici ore di fila, sono passato da 30° a -5°, dall'estate umida all'inverno gelido, dal costume al piumino, per rivedere una persona. Di solito non amo parlare dei miei fatti privati ma la scelta di aprire questo blog mi impone di chiarire perchè il viaggio verso est ad un tratto è diventato verso ovest...
Ho conosciuto Katharina a Kho Lipe in una delle spiaggie più belle della Thailandia e abbiamo iniziato l'anno insieme, il mare è stato il nostro battesimo, le nostre strade si sono  divise e ci siamo rincotrati quasi per caso a Kho Phi Phi. Qui una settimana insieme è stata sufficiente a capire che c'era  qualcosa di diverso da un flirt vacanziero. Siamo molto vicini, provo sensazioni nuove e sto bene. Salutarla sul molo prima che il mio traghetto parta per un'altra isola mi crea un vuoto dentro, sento che qualcosa in me è cambiato, il nord europa è una delle mie mete tra fine luglio e agosto ma siamo ancora a gennaio e sei mesi prima di rivederla mi sembrano tantissimi. Mi manca e vorrei incontrarla presto, anche la mia visione a 360 gradi del viaggio cambia e si riduce, molte cose perdono senso, ricevo una sua mail e leggo che prova le mie stesse sensazioni, ho un'idea, abbiamo festeggiato il suo compleanno insieme e ora dobbiamo festeggiare il mio il 18 febbraio! ...il 13 febbraio sono a Berlino.

E' bellissimo rivedersi e stare insieme, è la prima volta che passo dalla vacanza alla convivenza ma sembra funzionare. Berlino per me è vacanza per lei la quotidianità, il lavoro le occupa gran parte della giornata, ci vediamo la sera, ogni tanto a pranzo e per le super colazioni che mi prepara con frutta, yoghurt, müesli e caffelatte (frühstück!). Io vado in giro in bici in una città ideale per le dueruote, non sto ora ad elencare gli innumerevoli  pregi di una città civile e moderna come Berlino, ne a fare confronti con la Roma di oggi... gli unici due ostacoli che incontro sono il freddo e la lingua tedesca, a volte mi sento come un leone al polo nord. Trascorro un fine settimana a Lubecca, sono ospite dai genitori in una casa fiabesca con tanti animali, cani, gatti, cavalli , papere e un grande giardino. Siamo a venti minuti di macchina dal mar Baltico, in un sol colpo riesco a vedere il cielo azzurro, il mare, il ghiaccio, la neve e la sabbia, è davvero strano.

Voglio completare il mio giro, ho di nuovo lo zaino in spalla sono pronto a partire e stavolta è ancora più difficile lasciare Katharina, porto però con me la conspevolezza che c'è una nuova persona importante nella mia vita, che ci rincontreremo tra un paio di mesi in qualche parte del mondo e che tornerò a Berlino in estate. 

Riprendo il mio viaggio.... ovviamente verso est.



























































5 commenti:

Francesco Vitale ha detto...

Ho letto la tua descrizione e con sincero affetto sono molto contento per le belle emozioni che stai vivendo.
Lubecca è tanto carina e ne ho un ricordo bellissimo.
Poi che bella casa! É veramente da fiaba per bambini! Mi dispiace solo non aver visto il mare quando sono stato da quelle parti.
Capiterà...

Sara Mela ha detto...

Uno dei flag su "emozionante" è mio! :-)
Di nuovo buon viaggio!

Sara Mela ha detto...

ops.. volevo dire "eccezionale".. va bè cmq il post è emozionante!

valentina cuvato ha detto...

Ciao Sergio, meraviglioso e molto romantico questo post!
Sono veramente felice per te ! baci Valentina

Anonimo ha detto...

meglio dell'india. e ti conservi meglio. daniel

Posta un commento